Home > Tachigrafo Digitale

La rete TACHOnet

Le amministrazioni dei vari Stati che aderiscono all’iniziativa – i 25 Stati membri dell’UE più Svizzera, Liechtenstein, Norvegia e Islanda – saranno interconnesse attraverso una rete europea – TESTA II – e potranno quindi scambiarsi in tempo reale tutte le informazioni relative ai soggetti detentori di carta tachigrafica.
Una infrastruttura informatica – TACHOnet –, appositamente realizzata da una società belga su commessa della Commissione Europea, consentirà ad una certa CIA (Card Issuing Authority), nello specifico dell’Italia le Camere di Commercio, di:

  • verificare che un certo conducente che richiede la carta tachigrafica non sia già possessore di un’altra carta;

     

  • informare l’amministrazione di un altro Stato dell’avvenuta emissione di una carta conducente nei confronti di un cittadino in possesso di una patente di guida rilasciata da quello Stato;

     

  • informare l’amministrazione di un altro Stato di un evento (smarrimento, furto, sospensione) riguardante una carta tachigrafica emessa da quello Stato.
     

Il “cuore” di questo complesso sistema di “hub and spoke” risiede in un laboratorio di Bruxelles ed è presidiato 24 ore su 24.

Tali controlli, che avverranno attraverso un sistema automatizzato di scambio di informazioni tra i vari Paesi aderenti al sistema, consentiranno di non rilasciare più di una carta allo stesso soggetto abilitato alla guida di veicoli muniti di tachigrafo digitale e di limitare l'uso fraudolento del dispositivo digitale da parte di soggetti che dovessero impropriamente venire in possesso di carte tachigrafiche regolarmente rilasciate.

torna indietro