Home > Tachigrafo Digitale

Regime transitorio tachigrafo intelligente

Informativa sul rilascio delle carte tachigrafiche di nuova generazione

Fase temporanea di adeguamento al Regolamento di esecuzione (Ue) n. 2016/799 della Commissione Ue del 18 marzo 2016

Dal prossimo 15 giugno 2019 tutti i veicoli di nuova immatricolazione dovranno essere dotati di tachigrafo intelligente, ai sensi del regolamento europeo 165/2014.


Per la predisposizione dei tachigrafi di nuova generazione sono necessarie carte officina con nuove caratteristiche tecniche.

Le altre tipologie di carte in circolazione rimangono perfettamente valide ed interagiscono con tutte le categorie di tachigrafi digitali.

In Italia, come in alcuni altri Paesi, non essendo ancora ultimato il processo di adeguamento normativo nazionale a quello comunitario, non è stato ancora possibile omologare e mettere in produzione le carte di nuova generazione.

Tuttavia, la Commissione europea ai sensi dell'articolo 40, del Regolamento (UE) n. 165/2014 ha indicato per i Paesi che non sono pronti a rilasciare carte tachigrafiche intelligenti di poterle acquisire, quale soluzione temporanea, da altri Stati.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha autorizzato l'Unioncamere a procedere in tal senso e sono già in corso negoziati per acquisire carte all’estero per un periodo transitorio che non si ritiene andrà oltre la data del 15 giugno p.v.

Di seguito sono riportate le procedure messe in atto per il periodo transitorio, rivolte esclusivamente a fabbricanti  e centri tecnici, la cui autorizzazione ministeriale è in corso di validità e che abbiano conseguito specifica formazione ad operare sui tachigrafi di ultima generazione, nonché già dispongano delle attrezzature necessarie.

I soggetti che non possiedono i requisiti sopra indicati NON potranno in questa fase presentare istanza per avere accesso alle nuove carte e dovranno attendere il termine del regime transitorio. Potranno, comunque, continuare a richiedere fino al 15 giugno 2019 la generazione di carte attualmente distribuita dalle Camere di commercio, secondo le consuete modalità.


L’iter per l’accesso alle nuove carte sarà il seguente:


1. le istanze per ottenere l'estensione dell'autorizzazione e le nuove carte dovranno essere presentate utilizzando esclusivamente la modulistica di seguito elencata:

- modulo per i fabbricanti di veicoli (non più in uso dal 15 giugno 2019)
- modulo per altri centri tecnici (non più in uso dal 15 giugno 2019)

2. Il Ministero dello Sviluppo Economico, a seguito dell’istanza ricevuta e verificati i requisiti richiesti - con proprio atto - provvederà all’estensione provvisoria dell’autorizzazione, dandone comunicazione all’interessato, all’Unioncamere e alla Camera di commercio competente.

3.  L’Unioncamere provvederà all’acquisto delle carte presso l’organismo estero prescelto, dal quale le riceverà con le caratteristiche tipografiche e di certificazione del Paese di produzione, ma già personalizzate con i dati degli operatori italiani richiedenti, così come previsto dalle indicazioni della Commissione Europea.

4. L'Unioncamere curerà la distribuzione immediata ai soggetti richiedenti.

5. Le Camere di commercio provvederanno alla verifica dei requisiti richiesti, con particolare riferimento al possesso della strumentazione supplementare per operare sul tachigrafo intelligente, inviando al Ministero il report relativo.

6.   La tariffa unitaria applicata per l’acquisto delle carte cedute nel periodo transitorio è pari a Euro 60,00 più IVA. Il pagamento dovrà avvenire a mezzo bonifico bancario, da effettuarsi sul c/c intestato all’Unioncamere presso la Banca di Credito Cooperativo di Roma – Ag. 72 – IBAN n. IT98 U 08327 03235 000000004211 per l'importo pari al costo complessivo delle carte richieste, menzionando la seguente causale: "acquisto carte tachigrafiche". Nei prossimi giorni saranno richieste alle imprese interessate le coordinate per l'emissione della fattura elettronica. Il versamento sarà dovuto solo dopo la ricezione della relativa fattura.

7. L'informativa sulla Privacy relativa alla gestione del rilascio delle carte nell'ambito del Regime transitorio è reperibile al seguente link


torna indietro