Home > Tachigrafo Digitale

News Tachigrafo

Il 26 maggio 2016 è stato pubblicato il Regolamento di esecuzione (UE) 2016/799 della Commissione del 18 marzo 2016 che applica il regolamento (UE) n. 165/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, recante le prescrizioni per la costruzione, il collaudo, il montaggio, il funzionamento e la riparazione dei tachigrafi e dei loro componenti. L'Allegato IC sui requisiti per la costruzione, il collaudo, il montaggio e il controllo e tutte le appendici ad esso connesse si applicheranno a decorrere dal 2 marzo 2019 per consentire la realizzazione dei Tachigrafi digitali di nuova generazione in base alle nuove specifiche tecniche.

Regime transitorio implementazione tachigrafo intelligente

A norma dell'articolo 8 del regolamento (UE) n. 165/2014 a decorrere dal 15 giugno 2019, tutti i veicoli immatricolati nell'UE dovranno essere dotati di un tachigrafo intelligente.

L'attuazione delle disposizioni sul tachigrafo intelligente comportano l'obbligo per gli Stati membri di rilasciare a conducenti, officine, imprese e funzionari di controllo, residenti o stabiliti sul territorio nazionale, carte tachigrafiche di nuova generazione conformi ai requisiti dell’Allegato IC al regolamento.

Al fine di facilitare la transizione dall'attuale tachigrafo digitale al tachigrafo intelligente, il regolamento (UE) 2016/799 stabilisce, al punto 5 dell'appendice 15 dell'Allegato IC, un approccio graduale in base al quale gli Stati membri devono essere in grado di rilasciare le carte tachigrafiche prima della suddetta data del 15 giugno 2019.

In Italia e in alcuni altri Paesi non è stato ancora possibile procedere all’omologazione della nuova generazione di carte a causa di ritardi nell’adeguamento della normativa nazionale e della relativa policy da approvare a cura degli uffici tecnici della Commissione, attività ancora in corso di perfezionamento.

In questo quadro, la Commissione europea, per accelerare il processo di implementazione del tachigrafo intelligente, con
nota del 2 aprile 2019, ha suggerito una soluzione temporanea per consentire a tutti i produttori, montatori e officine dei Paesi non ancora pronti per l’emissione delle nuove carte di poterle ottenere, attivando procedure transitorie che contemplano la collaborazione tra Stati.

A tal riguardo l'articolo 40 del regolamento (UE) n. 165/2014 prevede un'assistenza reciproca tra gli Stati membri nell'applicazione del regolamento e sulla base di tale disposizione la Commissione europea ha approvato l'opzione per gli Stati membri che lo necessitano di avere accesso temporaneamente alle carte emesse da un altro Stato, in base ad accordi da definirsi bilateralmente tra le parti.

Il Ministero Sviluppo Economico, con
nota del 23 aprile 2019 ha richiesto ad Unioncamere, in qualità di Ente che coordina le attività delle Camere di commercio, Card issuing Authorities in Italia, di prendere accordi con altro Stato membro disposto alla fornitura temporanea in Italia di carte tachigrafiche di nuova generazione, osservando i seguenti requisiti minimi stabiliti dalla Commissione:

  • le carte dovranno corrispondere al modello omologato nello Stato membro fornitore, con tutti i certificati necessari;
  • lo Stato membro fornitore dovrà personalizzare le carte con i dati richiesti nell'Allegato IC;
  • il campo 4c (relativo all’autorità di emissione) dovrà essere compilato con i dati di una Card issuing Authority stabilita in Italia (sarà allo scopo individuata una sola Camera di commercio);
  • il materiale crittografico per la personalizzazione delle carte deve essere quello dello Stato membro fornitore;
  • le carte saranno gestite sotto la responsabilità dell'Unioncamere, soggetto firmatario dell’accordo con la controparte estera.

 

In questa fase l'accesso alle carte estere sarà garantito in Italia esclusivamente a fabbricanti di veicoli e centri tecnici autorizzati, ai quali il Ministero avrà accordato preventivamente l'estensione ad operare sui tachigrafi di nuova generazione.

 

Le altre tipologie di carte (conducente, azienda e controllo) rimarranno valide e interoperabili su tutte le diverse generazioni di tachigrafo digitale e non dovranno quindi essere sostituite.

Nel periodo transitorio le carte acquistate dagli operatori avranno il costo concordato con lo Stato estero fornitore che sarà pubblicato su una pagina dedicata insieme alla modulistica necessaria  per la richiesta dell'estensione dell'autorizzazione e delle carte necessarie.

Torna all'elenco

torna indietro