Home > Strumenti Metrici > Normativa nazionale

Verificazione dei misuratori e convertitori volumi di gas

I convertitori di volumi di gas sono strumenti di tipo elettronico associati a misuratori di volumi di gas la cui funzione è quella di fornire una corretta informazione circa la quantità di gas transitato dal misuratore. E' infatti noto che, tra l'altro, per le peculiari caratteristiche termodinamiche, il volume di un gas risente delle condizioni di pressione e di temperatura ambientali. Per tale motivo le quantità indicate dai misuratori alle svariate condizioni di esercizio non offrono assoluta garanzia di legalità e debbono essere ricondotte o, per meglio dire, commutate alle corrispondenti quantità misurate in condizioni di pressione e temperatura definite standard (temperatura di 15 °C e pressione di 1,01325 bar) e, come tali, utilizzabili ai fini commerciali.
La verifica prima di tali strumenti si esegue in due fasi, la prima nello stabilimento del fabbricante, l'altra, detta collaudo di posa in opera, presso l'utente. È prevista, inoltre, una verifica per gli strumenti già in servizio.
I fabbricanti o i proprietari dello strumento sono tenuti a fornire all'Ispettore Metrico incaricato della verifica la strumentazione ed il personale necessario per l'esecuzione delle operazioni relative alla verifica.
Il modulo di verificazione compilato e firmato dall’ispettore metrico che ha eseguito la verifica, dovrà essere conservato per 5 anni dal proprietario o dall’utilizzatore dello strumento ed essere esibito su richiesta.
I fabbricanti o i proprietari del convertitore devono mettere a disposizione dell’ispettore metrico la strumentazione occorrente per eseguire la verifica, nonché il personale eventualmente necessario per l’esecuzione di tutte le operazioni.
torna indietro