Home

Strumenti Metrici

 

Sono gli strumenti di misura contemplati nel Testo Unico delle Leggi sui pesi e sulle misure nel Regno d'Italia (Regio Decreto 23 agosto 1890, n. 7088) e descritti in modo dettagliato nel Regolamento sulla Fabbricazione dei pesi, misure e strumenti (Regio Decreto 12 giugno 1902, n. 226  ), nonché in tutti i successivi provvedimenti di omologazione (generalmente sotto la forma di Decreti Ministeriali o Certificati di approvazione di tipo CEE o CE ) i quali costituiscono complessivamente fino ad oggi una sorta di aggiunta al predetto Regolamento di fabbricazione.
 
Gli strumenti metrici sono destinati ad applicazioni di tipo legale - nel commercio e per altri impieghi definiti dalla legge - e, come tali, soggetti alle relative procedure di omologazione ed a controlli iniziali e periodici, volti a garantirne la affidabilità.
 
Ai sensi dell'art. 1 del D.M. 28 marzo 2000, n. 182 per "strumenti di misura" si intendono le misure di capacità diverse da quelle di vetro, terracotta e simili, nonché gli strumenti per pesare o per misurare diversi dalle misure lineari, la cui utilizzazione riguarda la determinazione della quantità e/o del prezzo nelle transazioni commerciali, ivi comprese quelle destinante al consumatore finale”.
 
Principali strumenti metrici utilizzati nelle attività di impresa
 

MISURE DI MASSA:

  • Masse campione;
  • Strumenti per pesare a funzionamento automatico: art.86-quater R.D.12/06/1902 n.226: “si definisce “ad equilibrio automatico” uno strumento per pesare nel quale l’equilibrio e con esso l’indicazione del valore del carico viene raggiunto senza l’intervento dell’operatore, limitandosi l’azione di quest’ultimo alle sole operazioni accessorie di collocamento e di rimozione del carico stesso dall’apposito organo di sostegno. Si definisce “ a funzionamento automatico” uno strumento che effettua, senza l’intervento dell’operatore, tutte le operazioni di cui al precedente comma, mediante un processo automatico che lo caratterizza.” Es le selezionatrici ponderali, le insaccatrici, ecc;
  • Strumenti per pesare a funzionamento non automatico: si tratta di strumenti per pesare in cui l’equilibrio e con esso l’indicazione del valore del carico viene raggiunto con l’intervento dell’operatore. Es. bilance da banco, le pese a ponte, i pesa-pallets, ecc. Rientrano in questa categoria, essendo misuratori massici, gli erogatori di metano per autotrazione.
 
 
MISURATORI DI VOLUMI:
  • Misure campione di capacità;
  • Misuratori di liquidi diversi dall’acqua: fra i principali, rientrano in questa categoria i distributori di carburanti, i contalitri montati su autocisterna (autobotti);
  • Misuratori per liquidi alimentari: erogatori di latte, vino, ecc.
Rientrano in questa categoria anche le apparecchiature di conversione dei volumi (convertitori volumetrici): si tratta di apparecchiature complesse di tipo elettronico collegate a misuratori di gas che consentono di convertire il valore del volume misurato a pressione e temperatura di esercizio in un valore corrispondente a condizioni di riferimento (temperatura di 15 °C e pressione di 1,01325 bar).
 

MISURE LINEARI;

TERMOMETRI;

MANOMETRI;

CONTATORI DI ACQUA, LUCE E GAS.

 

Il recepimento in Italia della Direttiva MID, entrata in vigore il 18 marzo 2007, ha introdotto tre nuove categorie di strumenti metrici, quali:

TASSAMETRI;

ANALIZZATORI DI GAS DI SCARICO;

CONTATORI DI CALORE.

 

torna indietro