Home

Glossario


ACDEFGILMOPRSTUVTUTTI

  • Accuratezza di misura (top)
    Grado di concordanza tra un valore misurato e un valore vero di un misurando.
  • Apparecchiatura per misurazione (top)
    Strumento di misura, software, campione di misura, materiale di riferimento o apparato ausiliario, ovvero un’opportuna combinazione di questi, necessari per realizzare un processo di misurazione.
  • Approvazione CEE del modello (top)
    Procedura nell'ambito del controllo CEE che consiste nell'esame di un modello di strumento e volta ad accertare che lo strumento stesso sia conforme alle prescrizioni fissate dai provvedimenti che lo riguardano. L'approvazione CEE del modello è effettuata dall'Ufficio Centrale Metrico del Ministero dello Sviluppo Economico che in caso di esito positivo rilascia il Certificato di approvazione CEE del modello notificandolo al richiedente. L'approvazione CEE del modello è valida per dieci anni ed è prorogabile per successivi periodi di dieci anni, gli strumenti conformi al modello approvato possono essere realizzati in numero illimitato; detta approvazione può essere revocata nel caso non vengano osservate le prescrizioni fissate nelle direttive. Vedi D.P.R. 12/08/1982 n.798 Attuazione della direttiva (CEE) n. 71/316 relativa alle disposizioni comuni agli strumenti di misura ed ai metodi di controllo metrologico.
  • Campione (top)
    Campione materiale, strumento per misurazione, materiale di riferimento o sistema di misurazione destinato a definire, realizzare, conservare o riprodurre un’unità oppure uno o più valori noti di una grandezza per trasmetterla per confronto ad altri strumenti per misurazione.
  • Campione nazionale (top)
    Campione riconosciuto, con decisione ufficiale nazionale, come base per fissare in una nazione il valore di tutti gli altri campioni di una grandezza in questione.
  • Campioni di riferimento (top)
    Pesi singoli o combinazioni di pesi di cui si conoscono abbastanza i valori di massa e l’incertezza di misura, permettendo in questo modo il loro uso nella taratura di altri pesi od oggetti e dispositivi di pesatura.
  • Campo di pesatura (top)
    Intervallo compreso fra la portata minima e la portata massima.
  • Caratteristica metrologica (top)
    Insieme di operazioni richieste per garantire che un’apparecchiatura per misurazione sia conforme ai requisiti per l’utilizzazione prevista.
  • Carico di sicurezza (top)
    Carico statico massimo che può essere tollerato dallo strumento senza alterare in modo permanente le sue qualità metrologiche.
  • Certificato di approvazione CE del tipo (top)
    Il certificato di approvazione CE del tipo nell'ambito della metrologia legale attesta che l'esemplare-tipo di uno strumento per pesare a funzionamento non automatico soddisfa le disposizioni della direttiva 90/384/CEE sull'armonizzazione delle legislazioni degli stati membri in materia di strumenti per pesare a funzionamento non automatico, attuata col D.Lgs. del 29/12/1992 n.517. Detto certificato viene rilasciato da un organismo notificato al richiedente, in esso sono indicati l'esito dell'esame, le eventuali condizioni di validità del certificato stesso, i dati necessari per l'identificazione dello strumento omologato e, se del caso, una descrizione del suo funzionamento.
  • Certificato di approvazione CEE del modello (top)
    Certificato che viene rilasciato dal Ministero dello Sviluppo Economico attestante l'avvenuta approvazione CEE del modello. Costituisce ammissione degli strumenti alla verificazione prima CEE e, qualora quest'ultima non sia richiesta, autorizzazione alla loro immissione sul mercato e messa in servizio.
  • Certificato di conformità (top)
    Documento rilasciato da un organismo di certificazione su incarico del fabbricante di strumenti metrici, che attesta la conformità del sistema di garanzia della qualità della fabbrica alle norme armonizzate comunitarie o equivalenti.
  • Classe di precisione (top)
    Classe di strumenti per misurazione che soddisfano determinati requisiti metrologici volti a contenere gli errori entro limiti specifici.
  • Collaudo di posa in opera (top)
    Azione di verifica alla quale devono essere sottoposti gli strumenti metrici, in rapporto con terzi, che siano fissi in esercizio - es. pese a ponte e in bilico, distributori di carburante, convertitori volumetrici gas metano. Tale attività, svolta nel luogo del primo utilizzo degli strumenti e prima della loro messa in servizio, è indispensabile per l'autorizzazione della loro messa in esercizio.
  • Concessione di conformità metrologica (top)
    Attribuzione al fabbricante metrico della facoltà di autocertificare gli strumenti che produce in sostituzione della verifica prima.
  • Conferma metrologica (top)
    Insieme di operazioni richieste per assicurare che una funzione di un apparecchio per misurazione sia conforme ai requisiti per l'utilizzazione prevista.
  • Contenuto effettivo di un imballaggio preconfezionato (top)
    È la quantità in termini di massa o volume di prodotto che esso contiene realmente. In tutte le operazioni di controllo, per i prodotti in cui la quantità è espressa in unità di volume, il valore del contenuto effettivo preso in considerazione è quello di detto contenuto alla temperatura di 20 °C, qualunque sia la temperatura alla quale sono stati eseguiti il riempimento o il controllo.
  • Controllo CEE (top)
    Disposizione istituita dal D.P.R. 798/82 che disciplina la fabbricazione e la verifica di strumenti metrici appartenenti a determinate categorie. Il controllo CEE eseguito da un altro Stato membro delle Comunità europee ha effetto identico a quello eseguito nel nostro Paese; esso comprende l'approvazione CEE del modello e la verificazione prima CEE.
  • Correzione (top)
    Valore aggiunto algebricamente al risultato bruto di una misurazione per compensare l’errore “conosciuto”.
  • Cronotachigrafo CEE (top)
    Apparecchio di controllo destinato ad essere montato a bordo di alcuni tipi di veicoli stradali allo scopo di indicare e registrare in modo automatico o semiautomatico dati sulla marcia dei suddetti veicoli e su certi tempi di lavoro dei loro equipaggi.
  • Deriva (top)
    Lenta variazione nel tempo di una caratteristica metrologica di uno strumento per misurazione.
  • Dichiarazione di conformità (top)
    Procedura mediante cui il fabbricante metrico, che abbia installato un sistema di garanzia della qualità, dichiara che gli strumenti in esame sono conformi, per la categoria di strumenti interessata, ad apposito provvedimento della Direzione Generale per l’Armonizzazione e la Tutela del Mercato.
  • Dispositivo di azzeramento (top)
    Dispositivo che consente di predisporre l’indicazione a zero quando non ci sono carichi sul dispositivo ricettore del carico.
  • Dispositivo di livellamento (top)
    Dispositivo che consente di predisporre uno strumento nella sua posizione di riferimento.
  • Dispositivo di tara (top)
    Dispositivo che permette di azzerare l’indicazione dello strumento quando un carico è posto sul dispositivo ricettore del carico:senza influire sul campo di pesatura dei carichi netti (dispositivo additivo di tara), oriducendo il campo di pesatura dei carichi netti (dispositivo sottrattivo di tara).
  • Errore di misura (top)
    Differenza algebrica tra il valore misurato e il valore vero del misurando.
  • Errore in meno di un imballaggio preconfezionato (top)
    L'errore in meno di un imballaggio preconfezionato è la quantità di cui il suo contenuto effettivo differisce in meno dalla quantità nominale.
  • Errori massimi ammessi (top)
    Valori estremi dell’errore ammesso dalle specifiche, dai regolamenti, ecc. per un determinato strumento per misurazione.
  • Esemplare-tipo (top)
    Esemplare di strumento, nell'ambito degli strumenti per pesare a funzionamento non automatico, che il fabbricante mette a disposizione dell'organismo notificato per l'espletamento della procedura "Esame CE del tipo".
  • Fabbricante Metrico (top)
    Persona fisica o giuridica provvista di Presa d’Atto Prefettizia che l’abilita all’esercizio dell’attività di Fabbricante e/o Riparatore metrico, valida su tutto il territorio nazionale.
  • Garanzia della qualità (top)
    Tutte le attività pianificate e sistematiche, attuate nell'ambito del sistema qualità e di cui, per quanto occorre, viene data dimostrazione, messe in atto per dare adeguata confidenza che un'entità (un'attività, un prodotto o un'organizzazione) soddisferà i requisiti per la qualità.
  • Grandezza (top)
    Attributo di un fenomeno, corpo o sostanza, che può essere distinto qualitativamente e determinato quantitativamente.
  • Incertezza di misura (top)
    Un parametro, associato al risultato di una misurazione, che caratterizza la dispersione dei valori che possano ragionevolmente essere attribuiti al misurando.
  • Intervallo di Taratura (o di conferma) (top)
    Periodo trascorso il quale l'apparecchiatura di misurazione deve essere sottoposta ad un'operazione di verifica/ritaratura, affinchè si prevengano variazioni che possano compromettere l'idoneità metrologica.
  • Laboratorio autorizzato allo svolgimento delle operazioni di verificazione (top)
    Laboratori autorizzati all’esecuzione delle verifiche periodiche da parte delle Camere di Commercio ai sensi del Decreto del Ministero delle Attività Produttive del 10 dicembre 2001, in attuazione del Decreto del Ministero dell’Industria Commercio ed Artigianato n.182 del 28 marzo 2000.
  • Mandatario (top)
    Persona fisica o giuridica autorizzata dal fabbricante, per iscritto, ad agire a suo nome in funzione di compiti specifici.
  • Manomissione (top)
    Alterazione delle caratteristiche metrologiche degli strumenti metrici che, privi di sigilli metrici, non garantiscono l'inalterabilità dello strumento e delle sue caratteristiche metrologiche
  • Massa nominale del contenuto di un imballaggio preconfezionato (top)
    La massa nominale del contenuto di un imballaggio preconfezionato è la massa indicata sull'imballaggio e corrisponde alla quantità di prodotto che si ritiene debba contenere.
  • Massimo campo di pesatura (top)
    Campo operativo della bilancia che potrà essere caricata fino al valore di pesatura che viene indicato come limite massimo.
  • Metrologia (top)
    Scienza che ha per oggetto lo studio delle questioni inerenti alla misurazione delle grandezze fisiche. In essa rientrano il calcolo dimensionale e la teoria degli errori, i problemi relativi alla scelta dei sistemi di misure, alla scelta delle grandezze fondamentali di ciascun sistema e dei corrispondenti campioni, alla realizzazione e conservazione di questi e dei campioni secondari, alla determinazione dei rapporti tra varie unità.
  • Metrologia Legale (top)
    Intesa come ramo della “metrologia” è l’insieme delle procedure legislative, amministrative e tecniche stabilite dalle pubbliche autorità, al fine di specificare e assicurare la qualità, in modo contrattuale o per prescrizioni di legge, e la veridicità delle misure in materia di controlli ufficiali, commercio, salute, sicurezza e ambiente. I fini istituzionali di questo ambito di attività sono quindi essenzialmente rivolti a garantire la pubblica fede in ogni tipo di rapporto economico “inter partes” attraverso l’esattezza della misura.
  • MID - Measuring Instruments Directive (top)
    La direttiva europea 2004/22/CE, meglio nota come direttiva MID (Measuring Instruments Directive), è una direttiva comunitaria che si applica agli strumenti di misura e ne regolamenta la produzione, commercializzazione e la messa in servizio.La MID introduce una “MARCATURA METROLOGICA SUPPLEMENTARE (M)” da affiancare alla ormai ben nota marcatura CE. La direttiva MID è stata recepita dallo stato italiano mediante D.Lgs. 2 Febbraio 2007, N° 22 “Attivazione della direttiva 2004/22/CE relativa agli strumenti di misura”. Il decreto, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n° 64 del 17-03-2007 Suppl. ordinario n° 73/L è entrato in vigore il 18 Marzo 2007.
  • Misura (top)
    Informazione costituita da un numero, un'incertezza e un'unità di misura, assegnata a rappresentare un parametro in un determinato stato del sistema.
  • Misurando (top)
    Grandezza oggetto della misurazione.
  • Misurazione (top)
    Insieme di operazioni aventi lo scopo di determinare il valore di una grandezza.
  • Mobilità (sensibilità) (top)
    Attitudine di uno strumento a reagire a piccole variazioni di carico.
  • Omologazione (top)
    Procedura – rif- D.M. 11 marzo 2005 art.2 – attraverso la quale il Ministero certifica che l’apparecchio di controllo (o un suo componente) o la carta tachigrafica soddisfano i requisiti prescritti dal regolamento (CE) n. 1360/2002 della Commissione. 
  • Organismo di certificazione (top)
    Organismo che effettua la certificazione di conformità ad una norma di riferimento. Nell'ambito della metrologia legale tali organismi rilasciano certificati di conformità per sistemi di garanzia della qualità e devono soddisfare alcune condizioni tra le quali essere accreditati a livello nazionale o comunitario in base alla norma UNI CEI EN 45012 o equivalente e risultare istituzionalmente rivolti al settore produttivo comprendente gli strumenti oggetto della richiesta di concessione.
  • Organismo Notificato (top)
    Ente pubblico o privato, Laboratori, istituti di certificazione notificati da parte delle autorità nazionale di ciascuno stato membro Europeo. Un organismo può essere notificato sia per il controllo del prodotto a livello di progettazione (approvazione del modello) sia a livello della produzione (valutazione del sistema qualità). Gli organismi debbono essere notificati per le funzioni cui sono preposti.
  • periodica (top)
    Azione di apposizione di bolli metrologici a seguito dell'esito positivo della verificazione prima.
  • Preconfezionato (top)
    Per imballaggio preconfezionato o preimballaggio s’intende l'insieme di un prodotto e dell'imballaggio individuale nel quale tale prodotto è preconfezionato.Un prodotto è preconfezionato quando è contenuto in un imballaggio di qualsiasi tipo chiuso in assenza dell'acquirente e preparato in modo che la quantità del prodotto in esso contenuta abbia un valore prefissato e non possa essere modificata senza aprire o alterare palesemente l'imballaggio stesso.
  • Processo di misurazione (top)
    Procedimento di misurazione - Insieme delle operazioni, descritte in termini dettagliati, usate per effettuare determinate misurazioni secondo un dato metodo.)
  • Provvedimento di Concessione (top)
    Documento rilasciato dalla Camera di Commercio al fabbricante che ne abbia fatto richiesta (e che disponga dei requisiti necessari), il quale il fabbricante stesso può, osservando precise disposizioni, autocertificare gli strumenti che produce, in sostituzione della verifica prima.
  • Regolamento Tecnico (top)
    Regolamento che riporta requisiti tecnici o direttamente o tramite riferimenti, oppure incorporando il contenuto di una norma, una specifica tecnica o un codice di una pratica. Nell’ambito della metrologia legale solitamente si intende per Regolamento Tecnico il regolamento per la fabbricazione dei pesi, delle misure e degli strumenti per pesare o misurare approvato con Regio Decreto del 12 giugno 1902, n.226 e successive modificazioni ed integrazioni.
  • Regolazione del campo di pesatura di una bilancia (top)
    Serve a garantire la precisione della bilancia, attraverso l’utilizzo del peso di regolazione esterno in dotazione. Si rende necessaria per variazioni di temperatura, mutate condizioni ambientali, cambiamento di posizione, ecc. Si consiglia come routine di controllo quotidiano.
  • Requisiti per la qualità (top)
    Espressione delle esigenze, o loro traduzione in un insieme di requisiti (Es. valori nominali, valori limite, scostamenti limite, tolleranze) espressi quantitativamente o qualitativamente, per le caratteristiche di un'entità (un'attività, un prodotto o un'organizzazione) al fine di consentirne la realizzazione e l'esame. I requisiti per la qualità dovrebbero essere espressi in termini funzionali ed in modo documentato.
  • Riferibilità (top)
    Proprietà del risultato di una misurazione consistente nel poterlo riferire a campioni approvati, generalmente nazionali od internazionali attraverso una catena ininterrotta di confronti.
  • Rilegalizzazione (top)
    Azione di verifica alla quale devono essere sottoposti gli strumenti metrici in rapporto con terzi nell'eventualità che vengano rimossi, a seguito di riparazione o altro, i "bolli di chiusura" dello strumento stesso.
  • Ripetibilità (top)
    Grado di concordanza tra i risultati di successive misurazioni dello stesso misurando effettuate nelle stesse condizioni di misura.
  • Riproducibilità (top)
    Grado di concordanza tra i risultati di successive misurazioni dello stesso misurando effettuate cambiando le condizioni di misura.
  • Risoluzione (top)
    Attitudine di uno strumento a rispondere a piccole variazioni del segnale di ingresso.
  • Ritaratura (top)
    Nuovo test periodico di uno strumento di misura (es.: bilance / pesi) per controllarne la precisione.
  • Sigilli (top)
    Sono costituiti da etichette adesive autodistruggenti e da punzoni che le CCIAA utilizzano per l’espletamento delle funzioni metriche. Le impronte dei sigilli da apporre sui pesi, sulle misure e sugli strumenti per pesare e per misurare sottoposti alla verificazione prima, consistono nel bollo del numero caratteristico della CCIAA e nel bollo con numero di matricola dell’ispettore metrico. La fabbricazione, uso e conservazione sono regolati da modalità stabilite dal Ministero dello Sviluppo Economico con la direttiva dell’ 11 febbraio 2005.
  • Sistema di gestione della misurazione (top)
    Insieme di elementi correlati o interagenti necessari per effettuare la conferma metrologica e il controllo continuo dei processi di misurazione.
  • Stabilità (top)
    Attitudine di uno strumento per misurare a mantenere costanti le sue caratteristiche metrologiche.
  • Strumenti di misura (top)
    Sono strumenti atti alla misurazione di grandezze fisiche. Nell'ambito della metrologia legale con la definizione "strumenti metrici" o semplicemente "strumenti" si intendono usualmente gli strumenti metrici contemplati nel Testo Unico delle leggi sui pesi e sulle misure e nel Regolamento Tecnico per il servizio metrico
  • Strumento per pesare (top)
    Strumento per misurazione che serve a determinare la massa di un corpo utilizzando l’azione della gravità che agisce su di esso.
  • Strumento per pesare a funzionamento non automatico (top)
    Strumento per pesare che richiede l’intervento di un operatore nel corso della pesatura: per esempio per deporre o togliere dal dispositivo ricettore del carico i carichi da pesare e anche per ottenere il risultato. La fabbricazione ed i controlli sugli strumenti per pesare a funzionamento non automatico sono disciplinati dal D.Lgs. del 29 dicembre 1992 n.517; su ognuno di essi deve tra l'altro essere apposto il marchio di conformità "CE".
  • Taratura (top)
    Insieme delle operazioni che stabiliscono, sotto condizioni specificate, la relazione tra i valori indicati da uno strumento di misurazione, o da un sistema per misurazione, o i valori rappresentati da un campione materiale e i corrispondenti valori noti di un misurando.
  • Testo Unico (top)
    Raccolta sistematica di disposizioni legislative già esistenti nell’ordinamento giuridico e riguardanti materie determinate. Nell’ambito della metrologia legale si intende usualmente il Testo Unico delle leggi sui pesi e sulle misure approvato con Regio Decreto il 23 agosto 1890 n. 7088 e successive modificazioni.
  • Tolleranza (di gruppo) (top)
    Quando si ha a che fare con oggetti di pesatura diversi dai pesi, oppure si mettono a confronto varie sommatorie di pesi, l'interesse verte principalmente sullo scostamento del totale della sommatoria dalla somma dei valori nominali. Le tolleranze di gruppo, se vengono specificate, sono inferiori alla somma unidirezionale delle tolleranze dei singoli pesi che compongono la sommatoria.
  • Tolleranza di regolazione (top)
    La definizione classica di tolleranza di regolazione è "lo scarto ammesso tra il valore nominale assegnato di un peso e la massa reale del peso, stabilita su delle basi specifiche".
  • Tracciabilità (top)
    E’ una sequenza ininterrotta di misurazioni di incertezze tra i dispositivi che compongono la catena di calibrazione.
  • Tracciabilità conformemente alla normativa nazionale (top)
    La normativa ISO 9000, al capitolo sul controllo delle attrezzature di misura, richiede che tutte le attrezzature di misura (es. pesi) siano conformi allo standard di legge.
  • Transazioni Commerciali (top)
    A tale espressione va attribuito un significato estensivo per il quale sono da intendersi soggetti all’obbligo della verificazione tutti gli strumenti adoperati in operazioni di pesatura e misurazione correlate a determinare un qualunque tipo di corrispettivo (prezzo, multa, tassa, indennità, ecc.).
  • Ufficio centrale metrico (top)
    Tra i compiti d'istituto che vengono espletati avvalendosi di appositi organismi tecnico scientifici sono prevalenti quelli dell'approvazione di modello di nuovi tipi di strumenti metrici e quello della conservazione degli standard nazionali di massa e lunghezza assegnati all'Italia dalla Conferenza Generale Pesi e Misure il 26 settembre 1889. L'ufficio è organizzato secondo specifici settori di competenza tecnico metrologica ed occupa una posizione nella CEE riferibile al recepimento delle direttive comunitarie relative alla metrologia legale e ai compiti di Organismo Notificato.
  • Unità di misura (top)
    Grandezza determinata, adottata per convenzione, usata per esprimere grandezze quantitativamente aventi la stessa dimensione.
  • Utente metrico (top)
    Colui che utilizza strumenti di misura nell'esercizio della propria attività commerciale. Gli utenti metrici di uno stesso Comune sono raggruppati in un apposito elenco.L'utente metrico ha l'obbligo di:· accertare la sua iscrizione negli elenchi presso l'Ufficio metrico; comunicare ogni variazione relativa alla propria attività (aperture, chiusure, volture, subentri, trasferimenti, consistenza e variazione degli strumenti metrici utilizzati ecc..)· sottoporre gli strumenti a verifica periodica secondo le scadenze riportate sulle targhette adesive e autodistruggenti apposte sugli stessi strumenti; garantire il corretto funzionamento dei propri strumenti conservandone ogni documento (rapporti di manutenzione, riparazione, ecc.); mantenere l'integrità della targhetta di verificazione nonché di ogni altro sigillo presente sullo strumento; non utilizzare gli strumenti non conformi o difettosi o inaffidabili dal punto di vista metrologico.
  • Valore della risoluzione (top)
    Espressione quantitativa dell'attitudine di un dispositivo indicatore a far apparire significativamente la differenza fra valori molto vicini della grandezza indicata
  • Valore lordo (top)
    Indicazione del peso del carico su uno strumento, quando nessun dispositivo di tara o dispositivo di prefissazione della tara sia stato messo in opera.
  • Valore netto (top)
    Indicazione del peso di un carico posto su uno strumento dopo la messa in opera di un dispositivo di tara.
  • Verificazione CE (top)
    La verificazione CE è, nell'ambito degli strumenti per pesare a funzionamento non automatico, la procedura mediante cui un organismo notificato verifica e certifica che gli strumenti sono, se del caso, conformi al tipo descritto nel certificato di approvazione CE del tipo e soddisfano i requisiti di cui al D.Lgs del 29 dicembre 1992 n.517 ad esso applicabili. L'organismo notificato appone il marchio CE su ciascuno strumento.
  • Verificazione Periodica (top)
    Procedura finalizzata all'accertamento del mantenimento nel tempo dell’affidabilità metrologica degli strumenti di misura finalizzata alla tutela della fede pubblica, nonché l’integrità dei sigilli anche elettronici e etichette o altri elementi di protezione previsti dalle norme vigenti.
  • Verificazione Prima (top)
    Procedura finalizzata all'accertamento tramite esame, prove e controlli dei requisiti metrologici di legge, prima che essi siano messi in servizio, che conferiscono agli strumenti metrici il valore di strumenti legali. La successiva apposizione dei bolli legali li contraddistingue e ne protegge da manomissioni.
  • Verificazione prima CEE (top)
    La verificazione prima CEE viene eseguita sugli strumenti soggetti a controllo CEE e consiste nel controllo e nella conferma della conformità di uno strumento nuovo o rimesso a nuovo con il modello approvato mediante la procedura di approvazione CEE del modello e con le disposizioni dei provvedimenti di attuazione delle direttive particolari ad esso applicabili. Al termine della verificazione prima CEE vengono apposti sullo strumento dei marchi e contrassegni CEE, ed a verificazione avvenuta lo strumento può essere messo in servizio.Vedi D.P.R. 12/08/1982 n.798 attuazione della direttiva (CEE) n. 71/316 relativa alle disposizioni comuni agli strumenti di misura ed ai metodi di controllo metrologico.
  • Vigilanza metrologica (top)
    Procedura finalizzata alla tutela della fede pubblica che consiste nell’effettuazione dell’attività di controllo sull’operato di aziende e laboratori operanti nel settore della Metrologia Legale nonché di controllo casuale, svincolato dalla verificazione periodica, sugli strumenti di misura in esercizio presso gli utenti.
  • Volume nominale del contenuto di un imballaggio preconfezionato (top)
    Il volume nominale del contenuto di un imballaggio preconfezionato è il volume indicato sull'imballaggio e corrisponde alla quantità di prodotto che si ritiene debba contenere.
torna indietro